Portfolio 2017
Editorial Design
Mi piace pensare a me stessa come a una persona curiosa, caratterizzata da moltemplici sfaccetature di tonalità e forme differenti. Da qui la scelta di utilizzare carte di colori e grammature diverse per i tre elaborati che ho deciso di realizzare per esprimere al meglio la mia personalità ed il mio percorso. 
I tre formati sono tenuti  insieme da due clip metalliche, una nera e una argento per riprendere i colori utilizzati. 
Il primo elaborato è un poster che si presenta con un fronte che lascia trasparire ciò che è riportato sul retro. Questo fa sì che l’osservatore possa vedere, tramite l'utilizzo di una fonte luminosa, l’immagine del progetto presente sul retro ed il nome ad esso associato stampato sul fronte del foglio. Questa scelta vuole invogliare maggiormente l'osservatore all'azione e rendere la lettura del portfolio più dinamica. Sul fronte del foglio, ho inoltre deciso di disporre in maniera casuale le nove lettere che costituiscono la parola “portfolio”, i titoli dei cinque progetti, il mio nome e l’anno.
Il secondo elaborato è il mio portfolio. Ogni pagina di apertura possiede due elementi comuni: il nome e la somma di due categorie a cui il progetto appartiene. Le pagine di spiegazione presentano tutte degli elementi statici: il mio nome ed il numero di pagina disposti rispettivamente in corrispondenza dei margini esterni e superiori. Il testo è sempre giustificato ed è disposto al centro della pagina, mentre le immagini di ogni progetto sono disposte in maniera tale da seguire la griglia.
Il terzo elaborato è quello che contiene il mio profilo personale ed il mio curriculum. Ho scelto di introdurre me stessa attraverso una citazione di Pauline R. Kezer: “La continuità ci dà le radici; il cambiamento ci regala i rami, lasciando a noi la volontà di estenderli e di farli crescere fino a raggiungere nuove altezze.” Riprendendo il concetto di continuità che l’autore propone nella frase, ho scelto di inserire tre punti, che si ripetono all’interno della pagina diventando così degli elementi statici, per esprimere graficamente il concetto di evoluzione e cambiamento. Ho deciso di inserirli all’interno di questo elaborato per rappresentare la voglia di una continua ricerca di nuove esperienze per arricchire me stessa.
Back to Top